AIIP - Associazione Italiana Istituti di Pagamento
OAM - Organismo degli Agenti e dei Mediatori
Chi Siamo - OAM

  

 

  

 

 

 

 

 

 

 

Corsi di Formazione

 Comunicati 

 Osservazioni 

 Circolari e 
Consultazioni
 

 Normativa 

 FAQ 

 

 In Primo Piano


L’OAM ha annunciato che, a partire dal 24 febbraio 2014, sarà online la nuova versione del portale degli agenti e dei mediatori, che sarà caratterizzata da una maggiore facilità di navigazione, da strumenti di approfondimento, informazione, tutorial e ricerca.

 *****

L’OAM informa altresì che il termine ultimo per il versamento dei contributi e delle altre somme dovute per il 2014 scadrà il giorno 28 febbraio 2014.

 

Agenti in attività finanziaria/nei servizi di pagamento – Contributi OAM anno 2014

L’OAM ha pubblicato la circolare 16/14, contenente disposizioni inerenti il versamento dei contributi e delle altre somme dovute per l’anno 2014 dagli iscritti e dai richiedenti l’iscrizione negli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi e nella Sezione speciale dell’Elenco degli Agenti in attività finanziaria - riservata agli Agenti che prestano esclusivamente servizi di pagamento - gestiti dall’Organismo, da parte di:

  • Agenti in attività finanziaria;
  • Mediatori creditizi;
  •  Agenti che prestano esclusivamente servizi di pagamento;
  •  Promotori finanziari, Agenti di assicurazione e riassicurazione, Mediatori di assicurazione e riassicurazione.

Nella Tabella A, allegata alla Circolare, sono presenti il contributo fisso e variabile richiesto per l’iscrizione negli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi e nella Sezione speciale dell’Elenco degli Agenti in attività finanziaria per l’anno 2014, nonché il contributo aggiuntivo previsto per ogni dipendente o collaboratore che coadiuvi l’Agente svolgendo attività a contatto con il pubblico.

Sono tenuti al versamento dei contributi, sia fisso che variabile, coloro che:

  1. presentano istanza di iscrizione negli Elenchi a far data dal 1° gennaio 2014;
  2. risultano iscritti negli Elenchi alla data del 1° gennaio 2014, salvo che:
  • siano stati iscritti negli Elenchi dopo il 1° novembre 2013, oppure
  • presentino istanza di cancellazione di parte dagli Elenchi entro il 28 febbraio 2014.

Il versamento del contributo variabile, di cui ai commi precedenti, è richiesto per ciascun dipendente e/o collaboratore del quale i soggetti, di cui all’art. 128-novies, comma 3, del TUB, si avvalgono per il contatto con il pubblico alla data del 1° gennaio 2014, salvo che il predetto dipendente e/o collaboratore sia stato comunicato all’OAM dai medesimi soggetti dopo il 1° novembre 2013.

I soggetti che presentino istanza di iscrizione a far data dal 1 gennaio 2014, dovranno effettuare il pagamento al momento di presentazione dell’istanza, producendo assieme alla medesima la ricevuta dell’avvenuto pagamento.

I soggetti risultano iscritti negli Elenchi alla data del 1° gennaio 2014 devono effettuare il versamento del contributo dovuto entro il 28 febbraio 2014, inviando entro tale data e con le modalità indicate nella propria area privata del portale dell’OAM (www.organismo-am.it) la copia del documento attestante il versamento .

I versamenti dei contributi e delle altre somme dovute per l’anno 2014 da parte di Agenti in attività Finanziaria devono essere effettuati sul conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE - IBAN: IT 21 Y 02008 05154 000101923815.

I versamenti dei contributi e delle altre somme dovute per l’anno 2014 da parte degli Agenti che prestano esclusivamente servizi di pagamento, già iscritti o richiedenti l’iscrizione nella Sezione speciale degli Agenti in attività finanziaria, devono essere effettuati sul conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE - IBAN: IT 65 Z 02008 05154 000102449514.

L’OAM chiarisce inoltre che non saranno rimborsati eventuali contributi già versati in caso di rinuncia, cancellazione - anche su istanza di parte - o rigetto dell’istanza di iscrizione. In caso di cessazione, per qualsiasi motivo, del rapporto di dipendenza o collaborazione tra un iscritto ed uno dei soggetti di cui si avvale per il contatto con il pubblico, l’iscritto deve darne comunicazione all’OAM entro 10 giorni dall’interruzione del rapporto mediante il sistema telematico di gestione degli Elenchi presente nel sito dell’OAM. La cessazione del rapporto di cui al periodo precedente non determina il diritto ad alcun rimborso a favore dell’iscritto.

I contributi previsti per l’anno 2014 sono quantificati come segue:

AGENTI IN ATTIVITA’ FINANZIARIA

  • Società di capitali (S.p.A., S.r.l., S.a.p.a., S.c.a.r.l.): CONTRIBUTO FISSO: Euro 2.000

                + CONTRIBUTO VARIABILE: Euro 100 per ogni dipendente e collaboratore ex art. 128-novies TUB

  • Società di persone CONTRIBUTO FISSO: Euro 1.000
  • Persone fisiche CONTRIBUTO FISSO: Euro 180

Conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE - IBAN: IT 21 Y 02008 05154 000101923815

AGENTI CHE PRESTANO ESCLUSIVAMENTE SERVIZI DI PAGAMENTO

  • Società di capitali (S.p.A., S.r.l., S.a.p.a., S.c.a.r.l.): CONTRIBUTO FISSO: Euro 1.000

                + CONTRIBUTO VARIABILE: Euro 50 per ogni dipendente e collaboratore ex art. 128-novies TUB

  • Società di persone CONTRIBUTO FISSO: Euro 500
  • Persone fisiche CONTRIBUTO FISSO: Euro 90

Conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE - IBAN: IT 65 Z 02008 05154 000102449514

*****

AVVISO DI VARIAZIONE DEI CODICI IBAN DEI CONTI CORRENTI BANCARI INTESTATI ALL’OAM

L’OAM ha cominicato i nuovi codici IBAN necessari al fine di effettuare i versamenti previsti per i soggetti iscritti nei rispettivi elenchi.

In particolare sono stati pubblicati i seguenti IBAN:

  • IBAN: IT 21 Y 02008 05154 000101923815: Conto corrente da utilizzare per il versamento dei contributi e delle altre somme dovute da parte degli Agenti in attività finanziaria, già iscritti o richiedenti l’iscrizione negli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria;
  • IBAN: IT 65 Z 02008 05154 000102449514 : Conto corrente da utilizzare per il versamento dei contributi e delle altre somme dovute da parte degli Agenti che prestano esclusivamente servizi di pagamentoi, già iscritti o richiedenti l’iscrizione nella Sezione speciale degli Agenti in attività finanziaria:

IBAN: IT 17 B 02008 05154 000102315663: Conto corrente da utilizzare per il versamento del contributo richiesto per la prenotazione delle prove d’esame OAM per l'iscrizione negli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria.

 

 

 

L’OAM ha pubblicato un interessante studio statistico (http://www.organismo-am.it/Docs/Dati_Esami_OAM.pdf) concernente i dati emergenti dalle sessioni d’esame per l’iscrizione negli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi effettuate fino al mese di giugno 2013.

 

In particolare, sono stati presi in considerazione le seguenti classi:

  • Percentuali di presenza, rispetto alle iscrizioni pervenute;
  • Percentuali di idoneità, rispetto all’affluenza agli esami;
  • Statistiche per candidato, ovvero:
    • Distribuzione dei candidati per fascia d’età, che ha visto una prevalenza, pari al 22%, dei candidati di età compresa fra i ventisei e i trent’anni;
    • Distribuzione degli idonei per fascia d’età, che vede la prevalenza delle fasce d’età comprese fra i trentasei e i quarant’anni (71,2%), cinquantasei e sessant’anni (72,5%) e sessantasei e settant’anni (87,5%);
    • Distribuzione dei candidati per area geografica;
    • Distribuzione degli idonei per area geografica (in numero e in percentuale);
    • Distribuzione degli idonei in relazione ai partecipanti per area geografica, che presenta ai primi cinque posti la Lombardia (168), la Campania (160), la Sicilia (151), il Lazio (120) e la Puglia (111).

 

Sono inoltre presenti, sul sito dell’OAM, i bandi per la nuova sessione di esame per le Sessioni XIX e XX del 18 novembre 2013.

 

 

 

 

OAM – Soggetti rubricati come “non operativi”

L’OAM rammenta che i soggetti iscritti come "NON OPERATIVI" negli Elenchi OAM degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi, e nella Sezione Speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria dedicata agli Agenti nei servizi di pagamento, NON SONO AUTORIZZATI a svolgere le rispettive attività per le quali è richiesta per legge l'iscrizione stessa finché non abbiano espletato gli adempimenti richiesti, che si sostanziano nella trasmissione della seguente documentazione:

  • Mandato dell’intermediario;

 

  • Polizza assicurativa, nei casi in cui questa sia prevista (sono pertanto sollevati da tale adempimento gli Agenti nei servizi di pagamento);

 

  • Tassa di Concessione Governativa assolta. 

Di conseguenza, a partire dal 1° ottobre 2013 i soggetti iscritti "NON OPERATIVI" non saranno più visibili negli Elenchi OAM consultabili dal pubblico, fino a quando non abbiano espletato gli adempimenti mancanti e siano diventati iscritti "Operativi", comunicando pertanto ad OAM la prova del pagamento della Tassa di Concessione Governativa, i dati relativi al Mandato e i dati della Polizza di Assicurazione a tutela del consumatore (tramite l'apposita funzione di integrazione dati presente nell'area privata del portale OAM).


Inoltre, l’Organismo rammenta che la Banca d'Italia ha disposto, a far data dal 1° ottobre 2013, la cancellazione dai propri Elenchi dei soggetti che hanno beneficiato del periodo transitorio previsto dal D. Lgs. 141 del 2010 e successive modifiche, che risultino a tale data come iscritti "non operativi" nei differenti Elenchi OAM. Pertanto, l'esercizio dell'attività di agente o di mediatore sarà consentito ai soggetti che abbiano nel frattempo assunto, in base alla nuova normativa, lo stato di Iscritti "Operativi" negli Elenchi dell'Organismo, secondo le differenti modalità previste per le singole figure professionali.

L’OAM infine chiarisce che il beneficio del periodo transitorio continuerà ad operare esclusivamente nei confronti dei soggetti, presenti nei sopra citati Elenchi di Banca d'Italia, per i quali il procedimento di iscrizione sia tuttora pendente presso l'OAM. Tali soggetti potranno continuare ad operare fino all'accoglimento o al rigetto da parte dell'Organismo dell'istanza di iscrizione. La qualifica di iscritti operativi, in ogni caso, sarà condizionata all’assolvimento delle richieste dell’OAM in relazione alla trasmissione documentazione necessaria per la definizione degli iscritti operativi come più sopra descritta.

 

 

 

 

 

La Banca d’Italia, mediante avviso pubblicato sul proprio sito in data 18 luglio 2013, ha comunicato che i soggetti che abbiano beneficiato del cd “periodo transitorio” previsto dal D. Lgs. 141 del 2010, ma che risultino iscritti presso i rispettivi elenchi tenuti dall’OAM (Elenco degli Agenti in attività finanziaria, Elenco degli Agenti in attività finanziaria-Sezione speciale e Elenco dei Mediatori creditizi) nella particolare accezione di “iscritti non operativi”, potranno beneficiare delle prescrizioni della preesistente normativa solo fino al 30 settembre 2013.

A tale data infatti, i soggetti che risulteranno ancora non operativi saranno cancellati dagli elenchi ancora esistenti presso la Banca d’Italia e quindi l’esercizio delle loro attività (agente in attività finanziaria, agente nei servizi di pagamento e mediatore creditizio) sarà consentito loro esclusivamente qualora abbiano assunto, nel frattempo, lo stato di “iscritti operativi” secondo la nuova normativa, con conseguente iscrizione negli elenchi dell’OAM.

Si tratta in particolare del superamento dell’Esame presso l’OAM, previsto per gli Agenti in attività finanziaria, e il superamento del corso di formazione presso l’intermediario mandante per quanto concerne gli Agenti nei servizi di pagamento.

 

 

Con la Circolare n. 1/13 l’OAM pone alcuni chiarimenti in relazione all’attività di segnalazione da parte di soggetti iscritti negli elenchi tenuti dall’OAM stesso, e in particolare agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi, in relazione a quanto previsto dalla Circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 30 ottobre 2012. Con tali chiarimenti, l’OAM intende delineare in modo più compiuto l’attività di segnalazione delle attività svolte da un soggetto iscritto in uno degli Elenchi tenuti dall’Organismo stesso che sia svolta da parte di un altro soggetto iscritto, nel medesimo elenco ovvero in un altro sempre tenuto dall’OAM, in modo da evidenziare le eventuali incompatibilità previste dalla legge.

 

In particolare, l’OAM presenta quattro fattispecie che sono peculiari rispetto ai soggetti da esso vigilati, e in particolare:

  • Il caso in cui un Agente in attività finanziaria segnali un altro Agente in attività finanziaria. L’OAM chiarisce in merito che un Agente in attività finanziaria potrà segnalare unicamente un altro Agente in attività finanziaria con il quale abbia in essere un rapporto di collaborazione (contratto di sub-agenzia) regolarmente segnalato all’OAM e rinvenibile nell’elenco. È pertanto ammissibile una segnalazione tra soggetti che per conto di uno stesso intermediario distribuiscano (uno in via diretta e uno in via indiretta) un prodotto o servizio relativo alla concessione di finanziamento sotto qualsiasi forma;
  • Il caso in cui un Agente in attività finanziaria segnali l’attività svolta da un Mediatore creditizio. L’OAM chiarisce in merito l’inammissibilità di una segnalazione svolta tra un agente in attività finanziaria e un Mediatore creditizio, in considerazione del principio di incompatibilità, sancita dal D. Lgs. 141 del 2010, fra le due figure professionali;
  • Il caso in cui un mediatore creditizio segnali l’attività svolta da un altro Mediatore creditizio. L’OAM chiarisce che, non essendo prevista alcuna limitazione normativa in merito, ciò risulta pienamente ammissibile;
  • Il caso in cui un Mediatore creditizio segnali l’attività svolta da un Agente in attività finanziaria. L’OAM richiama anche in questo caso il principio dell’incompatibilità delle due figure, rimarcando in particolare che il Mediatore creditizio, a differenza dell’Agente, non può essere legato da vincoli di dipendenza da un soggetto finanziatore o da un richiedente, che determina la ricaduta di detto principio anche sull’attività di segnalazione.

 

 

 

 

Protocollo d'Intesa tra l'OAM e la Fondazione ENASARCO

L’OAM-Organismo degli Agenti e dei Mediatori ha annunciato l’avvenuta sottoscrizione, il 26 giugno 2013, del Protocollo d’Intesa tra l’'OAM e la Fondazione ENASARCO.

Il Protocollo, che trova la sua ragione d’essere nell’ambito delle prerogative proprie dell’OAM stesso e in particolare dell'attività di vigilanza nei confronti dei soggetti iscritti, prevede che la Fondazione ENASARCO verifichi, per conto dello stesso OAM, il rispetto di tutte le prescrizioni normative in relazione all’operatività dei soggetti iscritti.

Nella fase iniziale la cooperazione nelle attività di vigilanza avrà ad oggetto in particolare l'applicazione della disciplina inerente il mono-mandato, le incompatibilità e gli adempimenti in materia di prova valutativa per i collaboratori e aggiornamento professionale a carico degli iscritti e dei loro collaboratori. 

Le violazioni riscontrate dai servizi ispettivi della Fondazione ENASARCO saranno comunicate all'Ufficio Vigilanza dell'OAM che darà corso, secondo le disposizioni vigenti, ad eventuali procedimenti di applicazione di sanzioni se dovessero essere rilevate gravi irregolarità.

 

 

 

_______________________________________________________________________________________

L’OAM-Organismo degli Agenti e dei mediatori ha reso disponibile la Guida per presentare istanza d'iscrizione negli nella Sezione speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria riservata agli “Agenti nei servizi di pagamento”, in formato PDF. Si tratta in particolare di:

 

Tali documenti sono scaricabili dalla Home page del sito dell’OAM

 

Inoltre, l’Organismo comunica che il servizio telefonico Helpdesk sarà ripristinato a partire dal 04 giugno 2013.

Il nuovo numero telefonico è 06 688255.

 

Al link http://www.associazioneitalianaistitutidipagamento.eu/dettaglio.php?id=179 sono presenti le risposte in merito ai "Quesiti interpretativi" che l'Associazione ha inviato all'Organismo

 

 

Avviso urgente per gli Agenti nei servizi di pagamento (Proroga del termine del 28 marzo 2013)

 

Con l’avviso urgente del 2 maggio 2013, l’OAM comunica che, a seguito delle segnalazioni pervenute dagli utenti in relazione ai tempi necessari per l'ottenimento della firma digitale e delle diffiicoltà nella presentazione delle istanze di iscrizione nella Sezione speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria, relativo agli Agenti nei servizi di pagamento, saranno considerate valide, ai fini del rispetto del termine del 28/03/2013 utile per la presentazione delle istanze di iscrizione, con esonero dal corso di formazione professionale (previsto dall'art. 6 del D.M. 28 dicembre 2012, n. 256), tutte le domande presentate entro e non oltre il giorno 31 MAGGIO 2013, dai soggetti che:
1) abbiano regolarmente versato entro la data del 28/03/2013 il contributo di iscrizione previsto dalla Circolare n. 11/13 dell'OAM;         
2) abbiano comunicato entro la data del 28/03/2013 all'indirizzo
transitorio@organismo-am.it di non essere riusciti a presentare l'istanza per problematiche tecniche.

 

Il termine indicato dall’OAM è relativo all’iscrizione nella Sezione speciale da parte dei soggetti che abbiano maturato i requisiti di professionalità secondo quanto previsto dall’art. 6 del Regolamento 28 dicembre 2012, n. 256, requisiti che consentono di iscriversi nella Sezione speciale dell’Elenco senza l’obbligo di frequentare il corso di formazione professionale di cui all’art. 4 del citato Regolamento.

 

L’OAM peraltro, raccomanda agli Agenti di attivarsi al fine di ottenere il necessario Kit di firma digitale (essenziale ai fini dell’iscrizione) e procedere con la massima tempestività alla presentazione delle istanze di iscrizione nella Sezione speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria per via telematica entro la data del 31 maggio 2013.

 

Infatti, qualora dovessero superare la scadenza indicata, quantunque in possesso dei requisiti di professionalità, non potrebbero esimersi dal sostenere il corso di formazione professionale, senza più beneficiare del regime di esenzione previsto dal citato regolamento.


L’OAM, infine, consiglia a tutti i soggetti che abbiano presentato istanza di monitorare con frequenza la casella PEC e di fornire recapiti telefonici validi e raggiungibili al fine di eventuali comunicazioni da parte dell'Organismo.

 

Avviso urgente per gli Agenti nei servizi di pagamento

Si comunica che, alla luce delle presumibili concentrazioni di accessi al portale dell'Organismo (www.organismo-am.it), nonché di possibili difficoltà nell'uso della firma digitale, e della conseguente difficoltà di presentazione delle istanze di iscrizione nella Sezione speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria, l'OAM considererà tempestive, ai fini del rispetto del termine del 28/03/2013 per la presentazione di tali istanze di iscrizione, con esonero dal corso di formazione professionale (previsto dall'art. 6 del D.M. 28 dicembre 2012, n. 256) tutte le domande presentate da soggetti che cumulativamente:

1) abbiano regolarmente versato entro la data del 28/03/2013 il contributo di iscrizione previsto dalla Circolare n. 11/13 dell'OAM;             

2) comunichino entro la data del 28/03/2013 all'indirizzo transitorio@organismo-am.it di non essere riusciti a presentare l'istanza per problematiche tecniche;           

3) presentino effettivamente l'istanza di iscrizione secondo le modalità previste dal portale dell'OAM entro e non oltre il giorno 30 APRILE 2013.   

Si raccomanda pertanto agli Agenti che prestano esclusivamente servizi di pagamento di procedere con tempestività alla presentazione delle istanze di iscrizione nella Sezione speciale dell'Elenco degli Agenti in attività finanziaria per via telematica entro tale data e di non attendere i giorni prossimi alla scadenza suindicata, in quanto le richieste presentate dopo tale data non potranno più beneficiare del regime di esenzione dal corso di formazione professionale.

 
Il termine del 28 marzo 2013 afferisce, in particolare, all’applicazione del cosiddetto Regime transitorio di cui all’art. 6 del Regolamento n. 256 del 2012, che prevede che, ai fini della prima iscrizione nella sezione speciale dell'Elenco, si considerano in possesso dei requisiti di professionalità, e siano quindi sollevati dall’obbligo di conseguimento dei requisiti di professionalità previsti dall’art. 4 del medesimo decreto, gli agenti in attività finanziaria che:
a)      alla data di adozione del presente regolamento sono iscritti nell'elenco degli agenti in attività finanziaria;
b)      hanno effettivamente svolto l'attività, per uno o più periodi di tempo complessivamente pari a sei mesi nel triennio precedente ovvero coloro che per lo stesso arco temporale hanno ricoperto funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso agenti in attività finanziaria iscritti.
Non rileva ai fini della presente comunicazione dell’OAM il termine del 12 aprile 2013, di cui all’art. 1 della Circolare 12 del 2013, secondo il quale Coloro i quali presentano domanda di iscrizione entro il 12 aprile 2013, in sede di iscrizione si impegnano a frequentare il corso di formazione entro il termine di 30 giorni a decorrere dalla presentazione dell’istanza stessa, ove non vi abbiano già provveduto.
 

 

 

 

L’OAM-Organismo degli Agenti e dei mediatori, a seguito di un’interrogazione dell’Associazione concernente i requisiti previsti per l’iscrizione, da parte di soggetti che siano persone giuridiche, nell’Elenco degli Agenti in attività finanziaria-Sezione speciale, riservata agli Agenti nei servizi di pagamento, ha chiarito che, per i soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo, tali requisiti consistono, come da art. 3 del Regolamento del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28 dicembre 2012 n. 256, nei requisiti di professionalità di cui all’art. 4 del medesimo Regolamento e nei requisiti di onorabilità di cui all’art. 15 del D. Lgs. 141 del 2010 (come citato dal medesimo Regolamento), non trovando applicazione invece i requisiti di cui all’art.14 del D. Lgs. 141 del 2010.

 

 

 

 

 Cos’è L’OAM


L’Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi (denominato OAM), istituito con il decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 128-undecies TUB, è competente in via esclusiva ed autonoma alla gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi previsti dagli articoli 128 quater e 128 sexies del TUB e provvede ad esercitare le altre funzioni attribuitegli dalla legge.

 
L’OAM è un’associazione di natura privata con personalità giuridica, senza finalità di lucro, ed é dotato di autonomia finanziaria, organizzativa e statutaria.
 
Nell’ambito della propria autonomia finanziaria, l’OAM determina e riscuote i contributi e le somme dovute dagli iscritti negli elenchi degli agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi, nella misura, modalità e termini dallo stesso determinati al fine di garantire lo svolgimento delle proprie attività.
 
È dotato dei poteri sanzionatori necessari per lo svolgimento dei suoi compiti ed è a sua volta sottoposto alla vigilanza della Banca d’Italia, ai sensi dell'art. 128-ter decies TUB, alla quale trasmette entro il 31 gennaio di ogni anno una relazione dettagliata sull’attività svolta l’anno precedente e sul piano delle attività predisposto per l'anno in corso.
 
Il funzionamento dell’OAM è regolato dallo Statuto. I componenti dell’organo di gestione sono scelti all’interno delle categorie degli agenti in attività finanziaria, dei mediatori creditizi, delle banche, degli intermediari finanziari, degli istituti di pagamento e degli istituti di moneta elettronica, tra persone dotate di comprovata competenza in materie finanziarie, economiche e giuridiche nonché di caratteristiche di indipendenza tale da assicurarne l'autonomia di giudizio. I componenti del comitato di gestione devono inoltre possedere i requisiti di onorabilità previsti dalle disposizioni in materia di esponenti degli intermediari finanziari.
 
L’Organismo ha sede in Roma, Via Zanardelli n. 20 ed ha durata illimitata. Possono essere istituite sedi secondarie sul territorio nazionale, tenendo in considerazione il numero e la distribuzione geografica degli iscritti al fine di garantire la funzionalità e l'efficienza dell'azione dell'Organismo medesimo.
Nel dotare l'Organismo della necessaria autonomia giuridica, organizzativa e finanziaria, vengono assicurate una separazione di competenze e la collaborazione operativa, affinché siano valorizzati gli obiettivi di tutela del mercato e salvaguardata l'indipendenza delle funzioni.
 
Gli elenchi, con il passaggio da funzione pubblica a struttura privata, sono predisposti per dare pubblicità alle informazioni essenziali sugli agenti in attività finanziaria e sui mediatori creditizi svolgendo, tra le altre funzioni, quella di valutazione dei presupposti per l’iscrizione e la cancellazione dall’Albo nonché di assicurare le esigenze di tutela dei consumatori, garantendo la permanenza dei requisiti professionali e di onorabilità in regime di iscrizione.
 
Dal 1° luglio 2011,in adempimento della riforma del settore introdotta dal D.Lgs. 141/2010 e successive modifiche, sono cessate le iscrizioni negli albi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi tenuti dalla Banca d’Italia. Le iscrizioni riprenderanno all’avvio dell’operatività dell’Organismo al quale il decreto stesso ha attribuito il compito di tenuta dei nuovi elenchi.

 

 

 

 

 

Maggiori informazioni al sito: 
www.organismo-am.it

 

 


 

 

GUIDA SINTETICA ALL’ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEGLI AGENTI IN ATTIVITA’ CHE PRESTANO ESCLUSIVAMENTE SERVIZI DI PAGAMENTO

 

Chi è tenuto a iscriversi sul portale OAM e a fare istanza in via Telematica?

Tutti gli agenti che intendono svolgere esclusivamente servizi di pagamento per conto di Istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento Italiani (Elenco disponibile sul sito di Banca d’Italia).

 

Chi non è tenuto a iscriversi?

Coloro che svolgono l’attività di servizi di pagamento a favore di IP/IMEL comunitari.

N.B.: nel caso in cui l’attività venga svolta a favore sia di uno o più IP/IMEL comunitari sia di almeno un IP/IMEL nazionale, l’iscrizione è comunque necessaria.

 

Quali requisiti bisogna avere?

 

Per le PERSONE FISICHE:

-        cittadinanza italiana o di uno Stato dell'Unione europea ovvero di Stato diverso secondo le disposizioni dell'articolo 2 del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286;

-        domicilio nel territorio della Repubblica.

E’ sufficiente aver conseguito la licenza di scuola media inferiore.

 

Per le PERSONE GIURIDICHE:

-        sede legale e amministrativa o, per i soggetti comunitari, stabile organizzazione nel territorio della Repubblica.

 

Sia per le PERSONE FISICHE che per le PERSONE GIURIDICHE:

1. Possesso di: una casella di posta elettronica certificata e di una firma digitale con lo stesso valore legale della firma autografa ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e relative norme di attuazione.

N.B. I tempi necessari per procurarsi un tool di firma digitale non sono brevi. Se i Soggetti interessati non possiedono il kit di firma digitale è bene che si attivino immediatamente per acquistarne uno.

2. Requisiti di onorabilità: previsti dall'articolo 15 del decreto legislativo 141/2010 e di quelli di professionalità indicati all'articolo 4 del regolamento 256/2012.

Per i soggetti diversi dalle persone fisiche, i requisiti si applicano a chi svolge funzioni di amministrazione, direzione e controllo e, limitatamente ai requisiti di onorabilità, anche a coloro che detengono il controllo della società;

3. Requisiti di professionalità:

Costituisce requisito per l'iscrizione nella sezione speciale dell'elenco la frequenza di un corso di formazione professionale curato dall'intermediario mandante relativo ai servizi di pagamento prestati e riferito, in particolare, ai presidi di tutela della clientela e in materia di antiriciclaggio.

 

Dipendenti, collaboratori e attività fuori sede

L’attività di agenzia nei servizi di pagamento non può essere esercitata al di fuori dei locali commerciali quando il servizio prestato comporta l'acquisizione dal cliente di denaro o altri mezzi di pagamento.

Ai dipendenti e collaboratori di cui l'agente si avvale per il contatto con il pubblico si applica l'articolo 128-novies del testo unico bancario ma il requisito di professionalità e la prova valutativa ivi previsti sono sostituiti dalla frequenza del corso professionale.

 

Permanenza nell’elenco

La permanenza nell'elenco è subordinata all'esercizio effettivo dell’attività e all'aggiornamento professionale curato dall'intermediario mandante, almeno una volta l'anno, sia per i soggetti tenuti al possesso dei requisiti di professionalità sia per i dipendenti e i collaboratori di cui gli agenti si avvalgono per il contatto con il pubblico.

 

Disciplina transitoria per il vecchio ordinamento:

 

Il periodo transitorio va dal 26 febbraio 2013 al 28 marzo 2013 compreso.

Ai fini della prima iscrizione nella sezione speciale dell'elenco, non devono frequentare un corso di formazione professionale curato dall'intermediario mandante, gli agenti che congiuntamente:

 

1. alla data di adozione del regolamento erano iscritti nei precedenti elenchi di Banca d’Italia degli agenti in attività finanziaria;

2. avevano effettivamente svolto l’attività, per uno o più periodi complessivamente pari a sei mesi nel triennio precedente ovvero coloro i quali per lo stesso arco temporale hanno ricoperto funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso agenti in attività finanziaria iscritti.

 

Attenzione

 

- Codici fiscali modificati: eventuali modifiche del codice fiscale effettuate dopo l’iscrizione nell’elenco degli agenti in attività finanziaria tenuto dalla Banca d’Italia, vanno comunicate tempestivamente alla casella di posta elettronica: problemitecnici@organismo-am.it riportando il codice fiscale con cui ci si era iscritti e quello nuovo.

 

Causale bonifico pagamento: nella causale del bonifico di pagamento bisogna riportare il nominativo e il codice fiscale dell’istante (conto corrente intestato a OAM ASSOCIAZIONE (IBAN n. IT 04 L 02008 05311 000102449514)

 

Dati intermediario preponente/prodotti mandato: è indispensabile comunicare denominazione, codice fiscale, Codice ABI e data d’inizio incarico, del soggetto che ha rilasciato o che rilascerà il mandato di agenzia e le tipologie di prodotti che si intendono distribuire.

Come Agente di Servizi di Pagamento i soli prodotti che si possono offrire sono:

 

B.1– MONEY TRANSFER;

B.2– CARTE DI CREDITO, CARTE DI DEBITO E FIDELITY CARD;

B.3– INCASSO E TRASFERIMENTO FONDI ED ALTRI SERVIZI DI PAGAMENTO.

 

Tassa concessione governativa: per essere iscritti negli elenchi OAM bisogna aver pagato la tassa di concessione governativa mediante bollettino di conto corrente postale n. 8003 intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative” con causale “Tassa iscrizione negli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi” e codice tariffa 8617 dell’importo pari ad Euro 168,00.

 

Recapiti telefonici: al fine di essere contattati in caso di comunicazioni urgenti, si consiglia di riportare nell’istanza un recapito telefonico valido e a cui essere facilmente rintracciabili.

 

Coloro i quali non erano iscritti nel vecchio elenco tenuto da Banca d’Italia:

Coloro che non hanno i requisiti per avvalersi del transitorio devono frequentare un corso di formazione professionale prima di presentare l’istanza di iscrizione.

Se la domanda è presentata entro il 12 aprile 2013, non è necessario aver già fatto il corso ma è sufficiente presentare una dichiarazione con la quale ci si impegna a frequentare il corso stesso entro 30 gg dalla presentazione dell’Istanza.

Tutti coloro che invece faranno domanda dopo il 12 aprile 2013 dovranno già aver frequentato il corso di formazione professionale, come d’altronde prevede l’autocertificazione contenuta nell’Istanza di Iscrizione.

 

Per maggiori informazioni si consiglia di leggere i seguenti documenti reperibili sul nostro sito <

 

 
Creazione e Realizzazione di Siti Web, Software Gestionali, Pubblicitá sul web, Server Roma
Copyright © 2011 Associazione Italiana Istituti di pagamento. P.IVA: 11884091007 - C.F.: 97632480584. Tutti i diritti riservati.